Al Presidente FOFI – On. Dott. Andrea Mandelli 

e, p.c. 

Agli Ordini provinciali dei Farmacisti 

Egregio Presidente, 

ci siamo cascati di nuovo! 

Abbiamo deciso in pochi il destino di molti credendo che ci venisse proposta un’occasione per crescere professionalmente. 

Caro Presidente, non è così. Qualche mese fa ci ha detto che quello che conta in ciò che si dice sono le prime parole scritte, ecco caro Presidente ci auguriamo che lei legga con molta attenzione queste nostre poche righe. 

I farmacisti italiani sono stanchi e delusi oltre che molto preoccupati: abbiamo svolto un ruolo cruciale in questa pandemia. Ci siamo spesi in termini di disponibilità, attenzione e purtroppo anche di vite umane in questo lunghissimo anno. Adesso, dopo una lotta il cui merito, una volta tanto, ci viene riconosciuto, va dato atto che alcuni Ordini regionali ci hanno finalmente considerati operatori sanitari tanto da inserirci nella fase 1 delle vaccinazioni. Siamo quindi “pronti” per essere utili alla campagna vaccinale. 

In realtà, caro Presidente, non siamo pronti, non siamo formati, non siamo tutelati e ci manderanno a ” mani nude”di nuovo a svolgere un ruolo che i farmacisti italiani saranno sicuramente in grado di svolgere ma, ancora una volta, a rischio proprio e dei cittadini. 

Possiamo fare tamponi, test sierologici e anche vaccini se è necessario, ma il nostro ruolo, la nostra formazione, ci vogliono accanto ai medici e agli infermieri, non al loro posto se non ce ne sono abbastanza. La nostra Professione, ha ragione Lei, ha un’occasione di svolta, ma non così. 

Dobbiamo riflettere tutti su dove dobbiamo andare e su cosa si deve fare: il nostro Ordine 

Nazionale non può e non deve pensare che tutti i colleghi abbiano la stessa visione e deve vigilare che in questo momento, svolgendo ruoli delicati e soprattutto improvvisati, molti colleghi mettono a rischio la propria professione. La Fofi ha l’obbligo di tutelarci e non di svenderci per un mero tornaconto economico. 

Ricambiamo gli Auguri per una Buona Pasqua e auspichiamo una seria e costruttiva riflessione e confronto. 

Distinti saluti 

Il Presidente 

Dott.ssa Silver Ballerini 

 

Icona

Lettera Conasfa a Fofi 117 KB 7 downloads

...

Comments are closed.