Al Presidente Federfarma – Dott. Marco Cossolo 

e, p.c. 

Ai Presidenti Federfarma provinciali 

Buongiorno Dottore, 

siamo arrivati alla primavera di questo 2021. 

Lei, in occasione di “Farmacista più” ci aveva fatto intravvedere uno spiraglio di luce per il rinnovo del contratto. 

Ricorda? La Farmacia aspettava il rinnovo della Convenzione per poter sedere al tavolo e mettere sul piatto un contratto quantomeno dignitoso per i dipendenti. A questo tavolo non si è seduto ancora nessuno, anzi è stata 

alzata di nuovo la posta. Da quel Novembre, dopo che tutti i collaboratori si sono spesi, a mani nude, per lottare fianco a fianco con i propri titolari in questa guerra che purtroppo stiamo ancora combattendo, ci hanno messo ad eseguire test sierologici e tamponi rapidi, come lei ben sa, non più in autoanalisi. Ma il nostro contratto non prevede il rischio biologico! Ed ora tutti a fare i Vaccini! 

La formazione chi l’ha fatta? Parliamo di formazione seria e approfondita, indispensabile per svolgere una nuova delicata mansione. Lei potrà giustamente obiettare che non è compito del Sindacato, e infatti di questo parleremo con il Ministero della Salute e la Fofi. Ma uno dei vostri essenziali compiti dovrebbe essere quello di confrontarvi con i Sindacati di categoria dei vostri dipendenti. Queste nuove mansioni devono essere ben specificate e adeguatamente retribuite nel nuovo contratto, che in un simile contesto urge più che mai rinnovare. 

I dipendenti esigono riconoscimenti e tutele, pretendono che il loro ruolo sanitario sia chiaro ed evidente anche dal punto di vista contrattuale. Non si può più tergiversare e siccome ci ha detto che tra colleghi ci dobbiamo” dare del tu”, a gran voce TI chiediamo di darci un segnale forte del fatto che NOI dipendenti siamo essenziali per la 

sopravvivenza delle Farmacie italiane. 

Ti auguriamo buon lavoro e una buona giornata 

 

Icona

Lettera Conasfa a Federfarma 103 KB 4 downloads

...

Il Presidente 

Dott.ssa Silvera Ballerini 

Comments are closed.