Precisazioni su Ecm: si ricorda a tutti il servizio di certificazione/dossier formativo rilasciato dal nostro Ordine su richiesta via email all’indirizzo infoecm.ordfi@gmail.com riempiendo il modulo

https://www.afantarezzo.it/modulo-certificazione-obbligo-formativo-ecm/

Questo è un importante strumento per verificare eventuali criticità nell’acquisizione dei crediti Ecm ed essere certi di soddisfare il proprio dovere formativo. L’Ordine attraverso la certificazione, verifica la congruità dei crediti acquisiti, numero dei crediti fatti e come si sono fatti .  Ciascuno è responsabile della propria formazione. E’ inoltre possibile richiedere all’ Ordine il proprio Dossier Formativo, un riassunto dettagliato di tutti i corsi svolti, gli esoneri/esenzioni richiesti, la partecipazione ad eventi formativi e quant’altro sia inerente con i crediti ECM nell’arco del triennio in corso, ciò permetterà di verificare la propria posizione formativa e acquisire ancora crediti se necessario. I principali problemi in materia di ECM sono nati a causa di Provider non accreditati che nel passato hanno fornito attestati a seguito di corsi privi di validità, o corsi che i provider hanno accreditato per professioni diverse dalla nostra. Risulta quindi una discrepanza tra i crediti che si pensa di avere ottenuto e quelli che in realtà risultano essere validi. Qualsiasi problema di mancata registrazione di crediti da parte di provider (specialmente in passato) sono a carico dell’iscritto, l’Ordine può dare solo un supporto tecnico, un servizio per poter verificare la vericidità dei crediti acquisiti. La certificazione riguarderà solo il triennio 2011-2013 e quello in corso 2014-2016; le situazioni antecedenti non vengono considerate perché troppa era la confusione da parte dei provider e dello stesso ente Cogeaps (titolare nazionale per il ministero degli Ecm)  per verifiche, modalità… Prima o poi gli Ordini saranno obbligati ad applicare la normativa. La cosa importante da sottolineare è che la partecipazione ai concorsi prevede che il candidato sia in regola con il proprio dovere formativo. Dal 2011 tutti i provider sono accreditati ( esiste una banca per poter  verificare), salvo pochissime eccezioni. La normativa che viene chiaramente a delinearsi , prevede modalità e numero preciso dei crediti. Esistono delle tabelle chiare che riportano le modalità con cui devono essere acquisiti e il numero dei crediti anno per anno e per ciascun triennio che potete trovare anche nel sito.

Icona
Ecm tabelle crediti

Dal 2014 in poi, il numero dei crediti eccedenti vengono annullati. Si invita tutti ad iscriversi nella banca dati del COGEAPS, l’iscritto può aggiornare periodicamente la propria posizione  con l’inserimento dei corsi e di tutte le altre comunicazioni esoneri/esenzioni che non arrivano direttamente all’ente ma che gli devono essere notificate, e’ importante verificare su tutte e due i canali banca dati Ordine e Cogeaps

http://www.cogeaps.it/Cogeaps/preparePage.do;jsessionid=1B068D97C5011376E1F86AE3E8F25FC6

Per esoneri ed esenzioni:

sono previsti esoneri (1 anno di iscrizione) ed esenzioni (es.maternità e malattia) che possono essere ottenuti inviando i certificati e  relativi moduli, scaricabili direttamente dal sito Cogeaps, agli enti preposti (Ordine e Cogeaps), agli esoneri per il primo anno d’iscrizione all’Ordine o esenzioni per malattie di durata superiore ai 15 giorni, o per maternità devono essere allegati documenti che attestino lo stato. Inoltre si invitano tutti i colleghi a partecipare ai corsi Ecm residenziali organizzati dal nostro Ordine che oramai da anni ci offre un valido ed interessante programma per la nostra formazione.

Comments are closed.